Cammini d’Europa aderisce al Network Europeo per lo Sviluppo Sostenibile (ESDN)

L’adesione è maturata ai tavoli dell’Agenda 2030 promossa dalle Nazioni Unite, quando si è costituita la piattaforma multilaterale ad alto livello della Commissione europea, incaricata di seguire l’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU nel contesto del territorio dell’Unione.

Il varo della piattaforma è in linea con il nuovo approccio che intende mettere in contatto tutti i soggetti interessati allo scopo di sostenere il lavoro della Commissione: rappresentanti del mondo accademico, delle organizzazioni non governative (ONG), delle imprese, della società civile, del Comitato economico e sociale europeo e del Comitato europeo delle Regioni, ma anche organizzazioni internazionali come la Banca mondiale e la Rete europea per lo sviluppo sostenibile (ESDN), in veste di osservatori.

UN NETWORK ATTIVO IN EUROPA DAL 2002

La storia dell’ESDN risale al 2002, quando gli amministratori pubblici incaricati delle strategie nazionali di sviluppo sostenibile (SD) di diversi Stati membri dell’UE (SM) si sono incontrati per la prima volta per uno scambio di esperienze nei Paesi Bassi. Da allora, le conferenze annuali si sono svolte in tutta Europa.

Con la riunione di Vienna del 2003 , il network informale si è ampliato notevolmente: oltre ai coordinatori delle strategie nazionali di sviluppo sostenibile e ai coordinatori nazionali delle politiche di integrazione ambientale, partecipano esperti della Commissione europea, rappresentanti di vari Consigli nazionali per lo sviluppo sostenibile e dei Consigli consultivi per lo sviluppo (EEAC). Nel 2005 a Windsor (Regno Unito) i delegati hanno inteso rafforzare la rete istituendo un Ufficio di supporto permanente.

Tra le attività dell’Ufficio europeo, la redazione di rapporti trimestrali che forniscono una documentazione approfondita attorno a specifici argomenti di interesse.

SETTIMANA EUROPEA DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

La proposta più visibile dell’ESDN è senza dubbio la Settimana Europea dello Sviluppo Sostenibile (ESDW), che si ripete annualmente nel mese di maggio e che l’anno scorso ha visto realizzati oltre 4.000 eventi in 30 paesi europei, con iniziative di livello nazionale, regionale e locale, con una partecipazione di oltre 360.000 persone.

CAMMINI D’EUROPA NELL’ESDN

Oltre partecipare alle attività consultive, Cammini d’Europa intende adoperarsi all’interno dell’ESDN per rafforzare maggiormente la definizione delle politiche europee in materia di sviluppo sostenibile, attraverso l’organizzazione di workshop mirati con responsabili politici nazionali sull’Agenda 2030 per l’attuazione degli SDGs dell’Agenda 2030, proseguendo nelle attività di coinvolgimento diretto di un partenariato e di un pubblico sempre più ampio nella collaborazione diretta con le istituzioni dell’UE (Consiglio, Commissione e Parlamento).


Per maggiori informazioni, visita il sito ufficiale ESDN

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: